Cda promuove il “caffè sospeso” ai distributori automatici

Sono stati consegnati giovedì 26 gennaio, nella sede della Cda a Talmassons (Udine) i proventi della raccolta del progetto di fundraising “Caffè Solidale” promosso dalla gestione friulana. Beneficiari il Piccolo Cottolengo di Don Orione di Santa Maria La Longa e l’Associazione friulana famiglie diabetici Odv.

Nel 2022 le adesioni al progetto, arrivato all’ottavo anno consecutivo, sono state quasi un migliaio, confermando il trend degli anni precedenti nonostante il minor numero di consumazioni dovuto all’emergenza Covid e alle conseguenti restrizioni. Un risultato che si traduce in 1.000 euro donati dall’azienda, che ha raddoppiato la cifra raccolta con fondi propri. Ispirandosi alla consuetudine napoletana del caffè sospeso – ossia pagare una tazza di caffè a chi non può permetterselo- la Cda ha voluto estendere questa azione di solidarietà dal bar ai propri distributori automatici. Se la solidarietà è il motore di Caffè Solidale e del Microdono, progetto nato da un’idea dall’associazione no profit Animaimpresa che in Friuli Venezia Giulia promuove e diffonde la Responsabilità Sociale d’Impresa, lo caratterizza anche la trasparenza perché il destinatario (o i destinatari come nel caso della raccolta effettuata nel 2023) sono identificati e noti già ad avvio di ogni edizione. Partecipare al progetto è molto semplice: chiunque lo desidera, può prendersi un caffè con un prezzo maggiorato di 10 centesimi e trasformare un gesto quotidiano in un dono. «Con questa edizione, oltre che una donazione che può sembrare simbolica, desideriamo dare visibilità a due realtà che svolgono un fondamentale ruolo di supporto a tutte le persone e alle famiglie del territorio che si trovano a vivere percorsi difficili dovuta a problemi di salute dei propri cari. Una scelta condivisa con le persone che lavorano in Cda: è insieme a loro che è stato definita la rosa delle onlus che anche per questo 2023 sarà beneficiaria dell’iniziativa, secondo una sensibilità verso l’impegno e la responsabilità sociale condivisa al nostro interno”, ha commentato il Ceo di Cda Fabrizio Cattelan. Il responsabile di struttura del Piccolo Cottolengo presente nella sede di Talmassons, Francesco Cojanz, afferma entusiasta: “Grazie al progetto Microdono di Cda il caffè non ha solo il sapore della convivialità, ma anche della solidarietà. È inebriante rendersi conto che basta davvero poco per fare la differenza”.

La scelta della Cda di inserire l’Associazione friulana famiglie diabetici Odv nel progetto del “Caffè Solidale” come destinataria dei proventi 2022”, aggiunge Ilaria Paravano presidente dell’Associazione, “rientra in una visione sociale condivisa volta alla costruzione del bene comune e, nel nostro caso, si trasforma in un aiuto concreto. Ci auguriamo che questa iniziativa sia presa ad esempio anche da altre realtà del territorio”. Per il 2023 i beneficiari saranno la Lega italiana fibrosi cistica FVG, che si occupa di dare sostegno alle persone affette da fibrosi cistica e alle loro famiglie e l’associazione Insieme per un sorriso Odv di Pocenia, che si occupa di raccolte fondi a favore di iniziative benefiche nel campo delle malattie oncologiche infantili.

WordPress Ads